Alviero Chiacchieroni Blog
Developer and passionate sportsman.

Microsoft Edge non si collega più ad internet

Ultima novità da Windows 10 di punto in bianco può accadere che Microsoft Edge non si collega più a nessun sito internet mentre tutte le altre applicazioni presenti nel pc si collegano senza problemi.

Stò parlando di "Microsoft Edge 38.14393.0.0" presente in Windows 10 Professional Anniversary aggiornato sempre in una macchina dove c'è installato solo Visual Studio 2015 per lo sviluppo di applicazioni ma da quanto ho scoperto girando sulla rete il problema ce l'hanno anche altri pc con configurazioni diverse.

La soluzione per tornare ad usare il browser Edge è questa:

  • aprire un prompt dei comandi con privilegi di amministratore
  • digitare il comando netsh winsock reset
  • riavviare il pc

Piccolo trucco per migliorare il segnale dello smartphone

Siccome in alcune zone la ricezione in modalità 3g è scarsa.

Se si ha una sim di un operatore come la 3 che trasmette anche la voce con il 3g abilitato (umts o superiore) quando non è necessario il collegamento dati perchè magari si è in casa e si dispone di un wifi basta impostare 2g al posto di 3g nelle impostazioni dello smartphone per costringerlo a collegarsi alle reti 2g.

Con questo sistema almeno in Italia il cellulare si collegherà in roaming su TIM usando il 2g e non tenterà più di collegarsi alla sua rete preferita che avendo il segnale debole  consumerà batteria con tutti i vari tentativi di collegamento scollegamento e ricollegamento ogni volta che il segnale 3 arriva a 0.

Basta ricordarsi di rimettere il 3g al posto del 2g una volta che si và via dalla zona poco coperta ed il telefono torna alla normalità.

Su iPhone basta andare in Impostazioni  -> Cellulare  -> Opzioni dati cellulare  -> Voce 

NB il trucco vale anche per altri modelli di smartphone!


Problemi con partizioni exFAT?

Mi sono deciso a scrivere questa piccola guida per risolvere un particolare problema che è venuto fuori a me in prima persona pochi giorni fà e che ho scoperto nella vasta community Apple è già accaduto ad altri.

Per ottenere una partizione di scambio files tra Windows 10 installato tramite BootCamp su MacBook Pro ho avuto la malaugurata idea di inizializzarla utilizzando exFAT anzichè FAT. 

Tutto ha funzionato correttamente per una giornata con svariati riavvii quando con uno quando con l'altro sistema operativo finchè in uno di questi puff! La partizione di scambio non è sparita sia avviando come Mac OS X El Capitan che con Windows 10.

Passato il momento di panico inizia la ricerca sul web e per mia fortuna ho scoperto che il problema c'era già stato e qualcuno aveva già documentato un metodo per recuperare i dati spariti.

  • per prima cosa bisogna aprire il Terminale da Mac OS X e digitare il comando diskutil list. Con questo comando si ottiene l'elenco dei dischi e delle partizioni ed è quindi possibile vedere con quale codice è identificata la partizione mancante. Nel mio caso è identificata come disk1s3
  • Con il comando "sudo fsck_exfat -d disk1s3" si esegue un check con riparazione degli errori presenti nella partizione. Alla fine se si è fortunati dovrebbe dare un messaggio tipo: Main boot region needs to be updated. Yes/No?

    A questo punto occorre dare Yes ed invio.

  • Ripetere il comando "sudo fsck_exfat -d disk1s3" e vedere se si ottiene un messaggio che dice che la partizione è OK.

  • Se si ottiene l'OK basta usare il comando "diskutil mount /dev/disk1s3" e montare la partizione.

  • Per ultima cosa per essere sicuri che è stata riparata si può a questo punto far fare un check al programma Utility Disco.

Per chiudere il discorso una volta recuperata la partizione danneggiata per sicurezza ho provveduto a copiarne il contenuto in un altro disco poi ho inizializzato di nuovo questa partizione questa volta usa FAT e per finire ci ho rimesso dentro il suo contenuto.

Ora a distanza di un pò di giorni non si è più verificato quel problema.


Come smettere di tener sotto controllo un file con Git

Per chi si trovasse il fastidio di un file caricato nel repository e non vuole più aggiornarlo ad ogni commit c'è la soluzione senza bisogno di eliminarlo dal controllo di versione.

Sembra un controsenso ma nel caso in cui si hanno files di configurazione ad esempio il file di connessione al database e si stà sviluppando per il web, per lo sviluppo in locale le impostazioni saranno diverse da quelle per il database dell'hosting!

Come riportato nei siti Stack Overflow e anche in quest'altro esiste un comando da dare tramite terminale per togliere un file dal controllo di versione senza eliminarlo nel repository.

git update-index --assume-unchanged [path]

dove [path]  ovviamente deve essere sostituito con il file interessato.

https://git-scm.com/
Official website. Provides documentation, tutorials and download links.

Come risolvere il problema di abbinamento mouse bluetooth in Windows 10 su Macbook con BootCamp

Come riportato da alcuni utenti del sito Apple https://origin-discussions-us.apple.com per risolvere il problema del mancato accoppiamento o abbinamento di un mouse bluetooth quali ad esempio il Microsoft Mouse Sculpt Confort con un Mac dove è installato Windows 10 tramite BootCamp le istruzioni sono abbastanza semplici e sono le seguenti:

  1. Da Mac OS X occorre andare nel menu Bluetooth e rimuovere il mouse in questione per togliergli l'abbinamento
  2. Riavviare il Mac con Windows 10 (come tutti dovrebbero sapere si può fare in 2 maniere la prima è andare in Preferenze di Sistema e da Disco di Avvio selezionare "BootCamp" mentre la seconda appena si sente il suono che il Mac fà all'accensione tenere premuto il tasto ALT sulla tastiera ed aspettare di vedere le icone delle partizioni avviabili quindi selezionare quella con scritto Windows)
  3. Una volta nel desktop di Windows 10 eseguire la procedura di abbinamento del mouse. Quindi aprite il menu Bluetooth di Windows accendete il mouse e premete il tastino di abbinamento per farlo comparire nella finestra di Windows dove ci sono i dispositivi associabili. Fare clic su Associa ed iniziare ad usare il mouse appena abbinato.
  4. Riavviate di nuovo il Mac questa volta facendolo partire con Mac OS X ed eseguire l'abbinamento anche su Mac OS X.
  5. Fine!

Come dicono anche gli altri utenti nel link che ho riportato è una procedura che ha poco senso ma l'ho appena testata sul mio MacBook Pro 2011 con El Capitan + Windows 10 Pro in BootCamp ed ha risolto il problema al 100%.

Ho provato a riavviare più volte o a spegnere e riaccendere il computer ed ora il mouse Microsoft funziona anche su Windows quando invece stranamente non funzionava più dall'aggiornamento di Windows di novembre 2015.